Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 31 Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 37 Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 43 Mi-Magazine
DOMUS ACADEMY - MASTER IN CULTURAL EXPERIENCE DESIGN AND MANAGEMENT 
Il 15 novembre a Roma Domus Academy presenta il primo Master in Cultural Experience Design and Management. Il progetto di questo Master nasce dalla convinzione che alcune figure professionali con una formazione specialistica di management culturale possano stimolare lo sviluppo economico di ogni territorio, e che sia oggi assente un’offerta strutturata per la formazione di queste figure.
Roma con il suo ricchissimo patrimonio storico e artistico, con il recente fermento di progetti e di realizzazioni di architettura contemporanea, con la sua rete di istituzioni culturali, di accademie e di relazioni internazionali, e con la sua vocazione ai servizi, alla produzione cinematografica ed al turismo, rappresenta lo spazio naturale per il Master in Cultural Experience Design and Management. Il Master mette insieme quattro aree tematiche: Humanities; Tecnologies; Human sciences; Economics and management
Info: http://www.domusacademy.it/master/cultu ... agement/12


[ 147 commenti ] ( 5484 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1572 )
TORINO 2008 – TORINO É LA PRIMA WORLD DESIGN CAPITAL 
La nomina della città di Torino a prima World Design Capital è un’importante occasione per disegnare nuove vie di sviluppo del territorio.
Il 30 settembre 2005 l’Icsid, International Council of Societies of Industrial Design, ha conferito a Torino la nomina a prima World Design Capital, riconoscendo alla città e al territorio piemontese un ruolo cruciale a livello internazionale per la presenza di numerose eccellenze nel campo del design. Torino è oggi impegnata in uno sforzo progettuale per rinnovare la propria immagine da città industriale a città europea, in cui lo sviluppo si basa sul binomio di innovazione e creatività, a partire da una solida tradizione nell’imprenditorialità e nella progettazione. Cogliendo questa sfida, la città di Torino diviene "beta-tester" del programma World Design Capital, promosso dall’International Design Alliance (Ida) e condotto dall’Icsid.
Gli obiettivi che Torino 2008 World Design Capital si prefigge sono: posizionare Torino e il Piemonte nella mappa europea delle città del design; contribuire alla diffusione della cultura della progettazione sul territorio nazionale, nella popolazione, nelle aziende, nel mondo della formazione, nelle istituzioni; lasciare tracce permanenti in grado di rinnovare nel tempo gli effetti di Torino 2008 World Design Capital; far crescere il sistema delle competenze locali.
Calendario e attività su: www.torinoworlddesigncapital.it


[ 49 commenti ] ( 12639 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1452 )
SETTIMANA DELLA CULTURA D’IMPRESA 
Dal 16 al 25 novembre si svolge la sesta edizione della Settimana della Cultura d’Impresa, promossa da Confindustria e dall’Associazione Museimpresa. La manifestazione propone un articolato calendario di eventi per leggere, attraverso il patrimonio culturale delle imprese, la storia del nostro Paese. Rassegne cinematografiche, workshop, laboratori creativi, visite guidate, seminari e dibattiti, andranno a sottolineare l’impegno delle imprese italiane nel valorizzare saperi e competenze conservati all’interno dei propri archivi e musei.
Programma completo su http://www.museimpresa.com/cms.aspx?are ... overmenu=0



[ 55 commenti ] ( 8535 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1402 )
ROMA DESIGN+ 


Quinta edizione per Romad+, la fortunata rassegna che promuove la cultura del design aprendo il confronto con scenari internazionali.
Dal 5 al 13 ottobre, a Roma, presso lo Spazio Etoile, verrà presentato al pubblico un ricco palinsesto di iniziative. Con il coinvolgimento delle imprese, delle università, delle istituzioni, di professionisti, la manifestazione intende dimostrare che il design è fattore di innovazione e di sviluppo. Tema dell’edizione 2007 è il Design off limits, che ben esprime una delle condizioni della contemporaneità con cui oggi si misura il design: quando prefigura scenari futuri, quando travalica i propri confini disciplinari, quando sfida la condizione limite dell’uomo, quando si confronta con alcuni concetti chiave della cultura visiva e materiale della società globale e della comunicazione digitale come l’ibridazione, il trasferimento e la contaminazione.
Molte le proposte offerte al pubblico nel corso di questa settimana.
Le mostre personali e tematiche attraversano i vari campi del design, esplorano le capacità dei nuovi materiali e delle nuove tecnologie, indagano le ultime forme espressive dei designers e propongono le più avanzate sperimentazione dei giovani. I seminari e i convegni evidenziano le sfide che interessano il design nel mercato globale, mettendo in evidenza le capacità della progettazione di fornire contributi all’innovazione del sistema produttivo.
Workshop e performance danno vita a spazi dinamici e interattivi.

www.romadesignpiu.it


[ 51 commenti ] ( 4352 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1637 )
INDEX AWARD 2007 

Vico Magistretti diceva che la semplicità è la cosa più difficile al mondo. E questa sua riflessione, sempre attuale, è stata ripresa dal Premio Internazionale INDEX 2007, il premio di design più importante al mondo. Il titolo scelto per questa edizione è infatti “Il design che migliora la vita”, ovvero oggetti di facile utilizzo che aiutano a vivere meglio. Cinque le sezioni: Corpo, Lavoro, Gioco, Comunità, Casa.
Lo scorso 24 agosto sono stati consegnati i prestigiosi premi, uno per ogni categoria, che oltre al riconoscimento internazionale, comprendono un assegno di 100mila Euro ciascuno.
Non è mancata una firma italiana, quella di Alberto Meda, designer ultrafamoso, che ha presentato un progetto con l’argentino Francisco Gomez Paz, la “Solar Bottle”, vincitrice nella sezione “Casa”. Si tratta di una bottiglia capace, se esposta al sole, di purificare l’acqua in essa contenuta e di renderla potabile, attraverso un sistema brevettato dalla tedesca Sodis System. Si presenta come una strana bottiglia con base rettangolare, schiacciata, trasparente, con un lato color metallo per aumentare l’effetto riflettente, e una maniglia estraibile per afferrarla. I numeri: 6 ore esposta al sole e i 4 litri di acqua in essa contenuti vengono depurati dagli agenti patogeni che causano dissenteria, epatite, colera, tifo, e altro. Non ha ancora un prezzo, ma i progettisti assicurano che può essere molto contenuto. Non è ancora in produzione, ma potrebbe esserlo ben presto, per aiutare seriamente quel 1/6 della popolazione mondiale che non ha accesso all’acqua potabile.
Il canadese Sébastien Dubois si è invece aggiudicato il premio della sezione “Corpo” con il progetto “Mobilità per ognuno”, ovvero una protesi che consente di camminare, e che può arrivare sul mercato all’incredibile costo di 8 dollari US. Leggera, resistente, di alta qualità, realizzata con materiali facilmente reperibili (e che quindi può essere messa in produzione più o meno ovunque), queste protesi sono alla portata di tutti i portafogli.
Il “One Laptop per Child” (OLPC) è il computer a basso costo ideato per i bambini dei Paesi in via di sviluppo. Vincitore della sezione “Comunità”, questo progetto è il frutto della collaborazione tra il Mit di Boston, Nicolas Negropone, ed un gruppo di ricercatori dell’azienda Quanta. Entro il 2008 questo computer costerà solo 100 dollari US. Nel presentare il progetto, Negroponte ha affermato: “conveniente non significa per forza di cattiva qualità: mettere insieme le migliori energie e il maggior numero di persone coinvolte può portare a prodotti di pregio a costi accessibili”.
Nella categoria “Lavoro” si è imposto un oggetto dedicato alla sicurezza: una pallina da collocare sotto la lingua che impedisce ad un uomo privo di sensi di morire per soffocamento. Il progetto è firmato da quattro designer inglesi, specializzati in disegno industriale, Philip Greer, Lisa Stroux, Grame Davies, Chris Huntley. Chiunque può utilizzare questo dispositivo, non esclusivamente un medico.
Infine, nella sezione “Gioco”, ha prevalso la Tesla Roadster, un’auto sportiva elettrica al 100%, che può raggiungere i 60 km orari in 4 secondi. Si ricarica in 3 ore e mezzo con un costo pari a 1 centesimo di dollaro US per miglio. L’aspetto più importante: zero emissioni. Designed by Tesla Motors, USA.
Attualmente la mostra è visibile a Copenhagen, sulla Kongens Nytorv, a cielo aperto. Fino al 24 settembre.
Link:
http://www.indexaward.dk

[ 57 commenti ] ( 998 visite )   |  riferimento  |   ( 3.1 / 1734 )

Indietro Altre notizie